Pd più forte e più unito. Zingaretti: la Costituente delle Idee coinvolgerà milioni di persone


Il segretario nazionale del Partito Democratico, Nicola Zingaretti è intervenuto oggi alla direzione nazionale, che si è aperta con un minuto di silenzio in onore di Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso questa notte a Roma. Zingaretti ha espresso vicinanza alla famiglia augurandosi che sia fatta giustizia al più presto.

 

La relazione del segretario è stata approvata senza voti contrari e con 24 astenuti. Nel suo intervento il segretario ha evidenziato la necessità, di fronte al fallimento del progetto politico di chi oggi è al governo, di mettere in campo una proposta per il Paese costruendola non al Nazareno ma nell’incontro con l’Italia migliore e anche attraverso il confronto tra idee diverse ma con pluralismo.

 

La costituente delle idee – ha detto Zingaretti- coinvolgerà nella più grande discussione programmatica due, tre milioni di persone. È l’idea di un’altra Italia che vuole proporre e costruire. Usiamo le feste, per condurre una grande battaglia politica”.

 

Zingaretti ha annunciato la nascita di una delegazione ristretta con presidente, tesoriere, capigruppo e vice segretari: “Una squadra –ha detto Zingaretti- che si assume responsabilità e che vorremo usare per dare, anche in queste ore se la situazione dovesse precipitare, capacità di iniziativa e massima collaborazione nelle scelte”.

 

Rispetto all’economia e alla manovra prevista per l’autunno, il segretario ha sottolineato che “c’è una fuga del governo dalle proprie responsabilità, se non ci sarà il Pd ad incalzare con una nuova agenda economica in vista della manovra d’autunno. Ci sono idee già diametralmente opposte tra Salvini e Tria sull’economia. Dobbiamo stroncare l’insopportabile danza nel governo sulle proposte. Si faranno tagli alla spesa sociale o i condoni. Secondo il segretario per il governo “non c’è ancora una crisi di consenso, ma è già chiaro il fallimento del progetto politico”.

 

Zingaretti ha ribadito la necessità di uno spirito unitario nel partito, anche per riconquistare l’elettorato dei 5 stelle “facendo percepire che c’è una squadra che lavora assieme per un’alternativa credibile con un impianto politico. Attenti – ha detto Zingaretti-  altrimenti mentre loro si sfasciano gli facciamo il regalo di sfasciarci noi discutendo di loro. Rimarranno delle divergenze ma meno male, sarebbe strano un grande partito di massa in cui ognuno la pensa allo stesso modo”.

Nel suo intervento Zingaretti ha annunciato per settembre “la nuova App per il partito digitale, attraverso la quale ognuno potrà avere il partito in tasca, un nuovo strumento di lotta politica”.

PD Tweet

No tweets found.

Partito Democratico