OSPEDALE COVID A LARINO, TOMA E FLORENZANO NON E’ PIU’ TEMPO DI GIOCARE A NASCONDINO


 C’è giunta informazione che il commissario Giustini abbia dato incarico alla struttura amministrativa della nostra Azienda Sanitaria regionale, territorialmente competente, di redigere un Piano per fare in modo che venga costituito il centro covid presso l’ospedale ‘Vietri’ a Larino.

Questo è un sogno per il basso Molise che finalmente potrebbe realizzarsi.

Un centro di malattie infettive interregionale, tra l’altro finanziato con fondi straordinari provenienti dal Mef o del recovery fund, che potrebbe dare prospettive a questa terra per un periodo lunghissimo.

A questo punto Toma e Florenzano non possono più nascondersi ognuno per le rispettive competenze, e se il centro covid di Larino dovesse naufragare sarà esclusivamente per loro diretta responsabilità.

Ci risulta anche che Toma e Florenzano insistano ancora per la realizzazione della torre presso il centro hub Cardarelli di Campobasso.

Se è così il presidente Toma dovrà venire a dirlo in Consiglio regionale che è la sede naturale e preposta a fare scelte che riguardano la salute di tutti i cittadini molisani.

Per questa ragione presenteremo una mozione urgente che, nel ridare centralità al Consiglio regionale quale soggetto preposto agli atti di indirizzo politico, faccia esprime lo stesso sulla realizzazione del centro covid a Larino, così da consentire un primo passo in direzione della riorganizzazione dell’offerta sanitaria efficiente ed efficace.

Il tempo sta per scadere anche per chi sino ad oggi ha giocato a nascondino.

PD Tweet

Twitter response: "Sorry, that page does not exist."

Partito Democratico