SAN TIMOTEO, QUANDO LA TOPPA E’ PEGGIORE DEL BUCO



Non sappiamo se il piano della distribuzione dei medici anestesisti sia chiaro a chi non ha esitato a lodare con toni trionfali la modifica dell’ordine di servizio con il quale la Asrem, di fatto, toglie un solo medico al San Timoteo per assegnarlo al Cardarelli.
Sono proprio i sanitari Dirigenti di Anestesia e Rianimazione, che ormai da tempo denunciano la carenza cronica di personale, a spiegare che anche con questa soluzione (che lascerebbe sei medici a Termoli) non si riescono a garantire né la doppia guardia né gli interventi d’urgenza, oltre al fatto che gli interventi ordinari ed in regime di elezione non vengono più praticati da tempo.
La situazione del San Timoteo va affrontata seriamente e non a colpi di spot elettorali, inaugurazioni fasulle e toppe per cercare di tappare le falle.
Noi siamo e resteremo sempre al fianco di chi da oltre un anno sta combattendo una battaglia straordinaria ma al limite del possibile: i nostri medici, gli infermieri, tutto il personale sanitario.
Durante il prossimo Consiglio regionale presenterò un Ordine del Giorno nel quale chiederò che venga ripristinato il numero minimo e in ogni caso informerò il Commissario Degrassi di questa situazione.
Non ci interessa attribuirci meriti e lodi ma continuare ad essere la voce di chi non viene ascoltato e pungolo per chi deve trovare soluzioni.

PD Tweet

Twitter response: "Sorry, that page does not exist."

Partito Democratico