E’ LA VITTORIA DI UN PD FORTE ALLA GUIDA DEL CENTROSINISTRA

FANELLI: “E’ LA VITTORIA DI UN PD FORTE ALLA GUIDA DEL CENTROSINISTRA. SBROCCA OTTIMO SINDACO. SUCCESSO DI AMMINISTRATORI ONESTI E CAPACI"

“Questo è un grande momento. Per il Partito Democratico, per il Molise, per il futuro dei nostri
cittadini, per la politica seria. La vittoria di Termoli con il nuovo sindaco Sbrocca chiude al meglio
la tornata elettorale: il Pd molisano raggiunge il massimo dei consensi! Ora ci aspetta un grande
lavoro”. Lo afferma Micaela Fanelli, segretario regionale del Partito Democratico, dopo il successo
di Angelo Sbrocca che vince il ballottaggio a Termoli riportando il centrosinistra alla guida della
città, e per la vittoria del Pd in Molise, dalle Europee alle Amministrative.
“Sindaci e amministratori che fanno riferimento al centrosinistra conquistano le città
principali (Campobasso e Termoli), i centri intermedi (Riccia, Trivento, Frosolone, San
Martino...) e la stragrande maggioranza di quelli minori (Ferrazzano, Sant'Elia, Gambatesa,
Fossalto, Gildone...). E’ la vittoria di un Pd forte, a guida del centrosinistra”.
Sul successo di Angelo Sbrocca a Termoli, Fanelli evidenzia le capacità e le qualità umane del neo
sindaco, e in particolare la coesione e le energie della nuova ‘squadra’ di governo: “Sbrocca è una
persona perbene e competente. Ne siamo certi: sarà un eccellente sindaco per rilanciare le qualità
turistiche e commerciali della città e per stare vicino ai cittadini. Alla guida di Termoli – garantisce
Fanelli - ora abbiamo freschezza e governabilità: la stragrande maggioranza, cioè 12 consiglieri
su 15, è fatta da amministratori nuovi. E’ una squadra di rinnovamento, con quattro donne. La
squadra è coesa e Sbrocca è un uomo intelligente e di equilibrio: stavolta non ci saranno sussulti
e arriveremo in fondo ai 5 anni di mandato. Le persone ci hanno chiesto soluzioni, noi gliele
daremo”.
“Preoccupa – aggiunge il segretario Pd - il dato dell’astensionismo: è andato a votare appena
il 46% degli elettori. Adesso abbiamo la grande responsabilità di convincere anche chi è rimasto
lontano dalle urne esprimendo così una silenziosa ma rumorosissima sfiducia, su un aspetto
fondamentale: che siamo persone oneste, laboriose, serie, capaci e che lavoreremo molto e
per tutti. Dovranno essere cinque anni di risultati, fra le numerosissime difficoltà, per ridare
quello che per troppo tempo si è perso: la speranza nelle istituzioni! Ci sono tantissimi giovani e
donne. Persone che fanno politica non per mestiere, ma per la generosità verso i propri paesi che
amano e per il bene della propria gente. Noi – conclude - lavoriamo e lavoreremo per questo”.

FANELLI FELICE PER BATTISTA: "PD VINCE OVUNQUE, RISCATTO DEL MOLISE"

FANELLI FELICE "PD VINCE OVUNQUE, RISCATTO DEL MOLISE"

Campobasso. “Il Pd vince alle Europee, a Campobasso, e in molti comuni intermedi molisani con il centrosinistraA Termoli con il nostro candidato Sbrocca siamo al ballottaggio ma c’è fiducia. E’ il riscatto del Molise. Il messaggio dei cittadini è stato chiaro: con questo voto hanno chiesto una buona amministrazione, hanno votato la nostra capacità di programmazione”.Micaela Fanelli, segretario regionale del Pd, felice per il successo di Battista alle Amministrative di Campobasso dopo il trionfo del Pd alle Europee, e le conferme e il ritorno di molti comuni molisani a una guida di centrosinistra.

«Alle elezioni Europee Renzi e il Pd sono stati eccezionali: il vero segnale che l’Italia ha fiducia in noi e nella nostra capacità di fare riforme e dare la marcia giusta al Paese. Abbiamo stravinto la scommessa di una nuova classe dirigente, abbiamo la fiducia delle persone perché la marcia ingranata è quella giusta. Oggi a coronare il successo del partito e del centrosinistra arriva, seppur per un soffio, la vittoria anche a Campobasso. Siamo felici! Vincono il Pd e il centrosinistra. Uniti, compatti e con progetti abbiamo Antonio Battista nuovo sindaco del capoluogo: persona perbene, competente, di equilibrio e passione civica». 
Per Fanelli i dati delle Europee e di queste Amministrative sono netti: in Italia e in Molise il Pd è il primo partito. « Alle Europee un trionfo: abbiamo quasi triplicato il risultato del 2009, passando con 46mila voti dal 12% al 31%. Rispetto alle Politiche 2013 abbiamo raddoppiato. A Campobasso il consenso praticamente duplicato rispetto alle Amministrative del 2009: il Pd è passato dai 3743 voti agli attuali quasi 6mila; aTermoli, in confronto alle comunali 2010, siamo in crescita. I dati parlano chiaro: il Pd è la prima forza. Quando proponiamo la buona politica, i molisani rispondono».
Il segretario Pd ringrazia i candidati che hanno dato fiducia al centrosinistra, gli attivisti del Pd, i circoli, la struttura, la segreteria. «Abbiamo lavorato uniti, determinati e rafforzati da bellissime Primarie: è il riscatto di Campobasso. I molisani - evidenzia il segretario - ci hanno dato fiducia dopo anni in cui la città è stata guidata dal centrodestra con scarsi risultati. Battista sarà un eccellente sindaco. Ora a Campobasso bisogna mantenere compatta la squadra degli eletti, ma anche chi ha dato spassionatamente il proprio contributo. Sono persone perbene e oneste che sono sicura Battista riuscirà a tenere vive e attive nel gruppo ’esterno’ e ’interno’ che coordinerà».

Pd, Mercoledì Meeting del Centrosinistra. Ospite Bonaccini. L’invito di Fanelli: “Partecipiamo!”

CAMPOBASSO - Il 7 maggio organizziamo un dibattito vivo, di contenuti, su temi seri e soluzioni dei problemi per il Molise e per i nostri territori: quello che da sempre è l’anima del Pd e della nostra coalizione! Lancio l’appello a partecipare a tutto il centrosinistra”. Micaela Fanelli, segretario regionale del Partito Democratico e delegata ANCI alle Politiche comunitarie e Piani di sviluppo, lancia l’incontro di mercoledì 7 maggio, alle ore 18.30, a Campobasso presso il Centrum Palace (via Giambattista Vico, n.2): una convention con gli uomini e le donne del centrosinistra candidati nei 61 comuni del Molise alle prossime elezioni del 25 maggio. Sarà ospite l’on. Stefano Bonaccini, segretario Pd dell’Emilia Romagna e Responsabile Nazionale Enti Locali.

Antonio Battista è il sindaco di Campobasso

Cinquanta ore dopo la fine delle votazioni Campobasso ha finalmente il suo sindaco: Antonio Battista ha vinto al primo turno grazie a due soli voti di scarto. La commissione elettorale speciale che si era insediata ieri mattina, martedì 26 maggio, a causa del mancato scrutinio alla sezione 28, ha decretato la sua vittoria dopo la mezzanotte. Il gruppo nominato dal prefetto ha conteggiato più volte le 612 schede: il Movimento 5 stelle ha sollevato tante contestazioni legate per lo più al voto incrociato e non si esclude possano fare ricorso. E’ stato lo scrutinio più lungo che sia mai stato fatto a Campobasso e che ha reso il capoluogo un caso nazionale. "Si poteva chiudere prima, non lo nego, se ci fossero stati scrutatori più preparati le cose sarebbero andate diversamente. Il primo impegno? La riorganizzazione della struttura comunale e l’Esecutivo che sarà scelto in base al numero di voti presi. Domani incontrerò i partiti che mi hanno sostenuto, non c’è tempo da perdere" queste le prime dichiarazioni di Battista che festeggia (questa volta certo dell’esito elettorale) nella sede di piazza della Vittoria.

Fanelli: “Ora la vera sfida: al lavoro uniti. Vinciamo e rilanciamo Campobasso e Termoli”

CAMPOBASSO -  “Sia a Termoli che a Campobasso vincono i nostri candidati del Partito Democratico, Antonio Battista e Angelo Sbrocca. Siamo molto felici e orgogliosi! Due persone innanzitutto perbene, oneste, due professionisti che possono amministrare con qualità e competenza le due città. Con queste Primarie è il popolo democratico che vince.